Coppia di Appliques Parigi, 1780 ca.

Descrizione:

Coppia di applique a due luci, realizzate in bronzo cesellato e dorato. Due bracci a volute fogliacee prendono corpo da un fusto centrale, composto da una semicolonna rastremata, sulla quale si alternano elementi geometrici a motivi fitomorfi; la lesena è impreziosita al centro da un amorino soffiante, Zefiro, ed è sormontata da un vaso bi-ansato fiammeggiante; sui due bracci si appoggiano le bobeches, ornate alla base da cespo di foglie d’acanto e culminanti con portacandele scanalati. L’effetto di profondità è accentuato dal tipico alternarsi di doratura lucida e opaca. Nel corso del tempo sono state sostituite alcune viti e sono stati forati i portacandele per l’elettrificazione.

Dimensioni: cm. 37 x 31 x 13

CODICE: ANILLA0170703

Analisi storico stilistica:

La nostra coppia di applique rientra in quella tipologia di nuovo gusto Luigi XVI la cui paternità creativa è comunemente attribuita al senso estetico e alle teorie stilistiche di Jean-Charles Delafosse (1734-1791), insigne architetto, pittore e decoratore francese che contribuì alla formazione dello stile “Luigi XVI” e del cosiddetto “gusto greco”, pubblicando collezioni d’incisioni come la sua “Nouvelle Iconologie historique” (1768) e affermatosi soprattutto per la sua originalità nell’ornamento. 

Delafosse ha fornito un repertorio per elementi decorativi messo a disposizione dei migliori artigiani e decoratori francesi dell’epoca, tra cui bronzisti, i quali in molti casi presero a piene mani tra le proposte di Delafosse declinandole nei propri manufatti. Non si tratta quindi di una trasposizione letterale da un disegno.

, Coppia di Appliques  Parigi, 1780 ca.
Jean Charles Delafosse, Nouvelle Iconologie Historiques

Nel confronto con i disegni, un linguaggio stilistico comune è ricorrente e riconoscibile anche in questi lumi da parete, soprattutto in quell’alternanza ornamentale che contrappone i bracci a forma di volute fogliacee un po’ “vecchia maniera”, con i vasi classici e gli elementi architettonici “alla greca” presenti nei fusti. 

Singolare è infine la figura dell’amorino soffiante posto al centro del fusto, proveniente dalla tradizione mitologica greca e romana, tema prediletto nelle arti decorative del XVIII secolo. Un modello simile può essere trovato al castello di Fontaineblueau.

Antiquariato, Arte e Design

Antiquariato, Arte e Design

FineArt è il nuovo ambizioso progetto Di Mano in Mano che propone un’esclusiva scelta di opere di antiquariato e design, presentandole per la loro singolarità e unicità.

Contattaci per ricevere maggiori informazioni o per fissare un appuntamento
Oppure chiamaci o contattaci su WhatsApp