Cofanetto da viaggio

Metà del XVII secolo

Descrizione:

Piccolo cofanetto da viaggio in legno di pioppo rivestito da bandelle in lamina di ferro fissate attraverso delle piccole borchie. Le fasce metalliche sono ornate con un decoro a racemi vegetali con fiori, realizzati a bulino; in alcuni punti si intravedono tracce dell’antica doratura, che in origine doveva rivestire interamente le lamine di ferro. Sul fronte, le placche metalliche hanno la forma di losanga, a creare un raffinato gioco di contrasto con il rosso del velluto retrostante, oggi abraso.

Ciascuna piastra è traforata al centro con un piccolo oculo, dal quale traspare il sottostante velluto verde. Motivo decorativo analogo è riproposto anche sui fianchi e sul coperchio dalla forma convessa, dotato di maniglietta, mentre sulla parte anteriore si innesta il chiavistello. La parte inferiore dei fianchi, inclusi i piedini (connessi alla fascia inferiore da una mensola), la parte posteriore e l’interno del cofanetto sono invece rivestiti in juta, intervento successivo.

Dimensioni: 27,5 x 44 x 20,5 cm

Analisi storico-critica:

Il nostro cofanetto è un raro esempio di bauletto da viaggio, appartenente a una tipologia molto diffusa in Italia a partire dal XVI secolo. Sono possibili confronti con un cassone e un cofanetto da viaggio pubblicati da Clara Santini. Come il nostro, sono entrambi costituiti da casse in legno, rivestite da tessuto e lamine in ferro che ne proteggevano la struttura durante gli spostamenti, ma che avevano anche uno scopo decorativo, grazie alla raffinata lavorazione a bulino e al contrasto cromatico con il tessuto sottostante. In particolare, il nostro cofanetto trova un riscontro con quello pubblicato, conservato nelle collezioni dei Musei Civici di Treviso presso Ca’ da Noal, soprattutto nel motivo a losanga delle placchette metalliche sul fronte e sul coperchio.

Bibliografia:

– Clara Santini, Mille mobili veneti. L’arredo domestico in Veneto dal sec. XV al sec. XIX. Le provincie di Vicenza, Treviso e Belluno, Modena, Articoli Editore, 1999, p. 27.

Antiquariato, Arte e Design

Antiquariato, Arte e Design

FineArt è il nuovo ambizioso progetto Di Mano in Mano che propone un’esclusiva scelta di opere di antiquariato e design, presentandole per la loro singolarità e unicità.

Contattaci per ricevere maggiori informazioni o per fissare un appuntamento
Oppure chiamaci o contattaci su WhatsApp